Il meglio della tecnologia digitale? A Palazzolo dal 25 al 27 settembre

Nel Comune bresciano al via la quarta edizione del Palazzolo Digital Festival Startup, coworking, Internet delle cose e tanto altro ancora.

Avviso agli smanettoni: il mondo si cambia con un bit. Geolocalizzatevi a Palazzolo sull’Oglio, Brescia, e sintonizzate i neuroni (e le tastiere): il Palazzolo Digital Festival, la rassegna digitale della Franciacorta, torna con l’edizione numero quattro. Tre giorni, dal 25 al 27 settembre, decine di workshop e incontri, altrettanti temi, un claim: «Ribaltate i luoghi comuni». Un esempio: state con le mani in mano.

L’obiettivo: comprendere la rivoluzione economica e culturale del digitale

Nell’invito, spedito in posta prioritaria insieme al programma con gli incontri e il workshop, è specificato l’obiettivo: comprendere la rivoluzione economica e culturale del digitale. «Quest’anno offriamo eventi e workshop davvero di alto livello» dice Alberto Vezzoli, direttore del Festival. «Avremo momenti dedicati alle persone e altri più specificatamente alle imprese, per aiutarle a non perdere il treno delle opportunità economiche offerte dal digitale. Inoltre, a quasi un anno dall’inaugurazione del Palazzolo Digital Hub (il laboratorio di coworking aperto a Palazzolo sull’Oglio sede di molti degli eventi in programma, ndr) saremo finalmente in grado di condividere tutte le iniziative condotte in questi mesi dai nostri makers».

Nel programma, conferenze e startup in mostra

Computer e neuroni si accendono venerdì 25 settembre con il workshop organizzato nella sede del Palazzolo Digital Hub su come usare Wikipedia: le istruzioni per l’uso le dà Dario Crespi, di Wikimedia Italia. Ma la rassegna inizia alle 21 nell’aula magna della scuola Galignani, a Palazzolo: Bruno Lamborghini, presidente dell’associazione italiana di Informatica e Calcolo automatico, parla di giovani, imprese e nuove tecnologie. Altri eventi, in ordine sparso: Stefano Saladino, digital strategist, e ospiti illustri spiegheranno come l’internet delle cose stia cambiando la vita dei sempre connessi e degli imprenditori. Poi incontri sulla sharing economy con la giornalista Gea Scancarello e Adriano Solidoro, dell’università di Milano Bicocca, e viaggi virtuali nella Palazzolo Digital Hub. Soprattutto, saranno presentate startup: Thinglu, un sistema Iot per il monitoraggio di maccìhine e impianti industriali, Baucoin, un progetto che mette in contatto i proprietari di animali domestici, e la mano robotica di Michelangelo Pasinetti, giovane maker che ha creato una protesi con caratteristiche biomeccaniche.

Fonte

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

1 × tre =