MAURO MORETTI: L’AD DI LEONARDO – FINMECCANICA APRE IL CYBERTECH 2016

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

È stato Mauro Moretti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Leonardo – Finmeccanica, ad aprire il “Cybertech Europe 2016”, forum internazionale dedicato a soluzioni cibernetiche e innovazioni informatiche che riunisce le più influenti aziende e personalità del settore. Dopo le edizioni di Singapore e Tel Aviv, grazie alla collaborazione con il Gruppo italiano quest’anno la manifestazione si è tenuta per la prima volta in Europa, nello specifico a Roma. Mauro Moretti ha cominciato il suo intervento sottolineando come oggi, nonostante il difficile contesto macroeconomico, l’industria della sicurezza manifesti un notevole potenziale di crescita e sia capace di creare nuovi posti di lavoro altamente specializzati. Ma per garantirne lo sviluppo è necessario “affermarsi a livello globale, superando la dimensione europea: bisogna conquistare nuovi mercati internazionali (extra UE) e, contemporaneamente, proseguire gli investimenti nella ricerca per progredire continuamente”. La parola chiave per il top manager è condivisione: quella di prospettive, standard, risorse su scala internazionale e soprattutto di obiettivi. Su tutti la definizione di una difesa comune in Europa: “La cyber security rappresenta al tempo stesso una nuova esigenza e una possibile soluzione in vista dell’armonizzazione – spiega Mauro Moretti – I diversi Paesi hanno elaborato strategie specifiche, dotandosi di proprie strutture di governance e sviluppando diverse capacità difensive. Bisogna ricercare una maggiore coerenza organizzativa e operativa e coinvolgere l’industria della difesa per stabilire le future capacità. La cyber security richiederà nuove tecnologie e nuove competenze”. I tempi sono maturi: il manager parla di quarta rivoluzione industriale, facendo riferimento all’importante digitalizzazione dei processi di progettazione e produzione che stanno interessando il settore. In merito Mauro Moretti cita il programma “Industria 4.0″”, mirato a modernizzare ulteriormente il manifatturiero con la prospettiva di coniugare questioni legate alla sicurezza dei processi di automazione alla resilienza delle tecnologie coinvolte. Oltre a questo ambito, l’AD di Leonardo – Finmeccanica menziona anche altri settori che stanno predisponendo infrastrutture di cyber security adeguate facendo convergere mondo reale e virtuale: l’energetico, i trasporti e il sanitario. I vantaggi di una difesa europea condivisa individuati da Mauro Moretti nel suo intervento riguardano anche la standardizzazione di norme e vincoli che regolino più efficacemente la materia e lo stanziamento delle risorse necessarie: “Per assicurare ai diversi settori il giusto livello di cyber security, bisognerebbe anche considerare delle nuove forme di cooperazione e ripartizione dei costi. La digitalizzazione consente la creazione di nuovo valore – economico, occupazionale e sociale: è un processo che deve essere protetto e accompagnato da una strategia di cyber security specifica e aggiornata”.

Per maggiori informazioni:
http://formiche.net/2016/09/29/finmeccanica-tutte-le-sfide-della-cyber-security-parla-mauro-moretti/

Tags:  

Fai un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


*

1 + quindici =