Renato Mazzoncini

A2A, l’AD Renato Mazzoncini interviene al forum de “Il Sole 24 Ore” dedicato all’idrogeno

“Sono convinto che l’idrogeno costituirà uno degli elementi del mix futuro della decarbonizzazione”: è quanto dichiarato da Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato di A2A, durante l’evento online organizzato da “Il Sole 24 Ore” e intitolato “La strategia sull’idrogeno e la transizione energetica”.
L’idrogeno può costituire un elemento per dare slancio al processo di decarbonizzazione del settore energetico e sul tema è in corso un dibattito sia a livello nazionale che europeo per gestire al meglio i passi da compiere verso il futuro. Anche in quest’ottica è indirizzata l’iniziativa di confronto a cui ha partecipato l’AD della Life Company insieme ad altri operatori italiani del comparto energetico. “Il problema più grosso da risolvere è quello del trasporto”, ha indicato Renato Mazzoncini, sottolineando come la questione costituisca “un tema assolutamente cruciale”. Confrontarsi con l’innovazione tecnologica e domandarsi quale sarà il futuro dell’energia rappresentano dunque due temi di grande rilevanza nel percorso della transizione energetica. Una sfida su cui anche l’idrogeno può fornire un contributo prezioso e per la quale è necessaria cooperazione e unità di intenti. In merito a ciò, ha specificato l’AD, sulle tecnologie dell’idrogeno “oggi in Italia c’è un ottimo livello di collaborazione, ma è necessario che ognuno faccia la propria parte”. E aggiungendo inoltre che probabilmente “non vedremo l’idrogeno nella mobilità leggera”, Renato Mazzoncini ha evidenziato come tale prospettiva sia diversa per quanto concerne la mobilità pesante, ovvero tir e treni. Un fronte, quello della mobilità, su cui la Life Company è impegnata nell’ambito del progetto di alimentazione a idrogeno della linea Iseo-Edolo, in Val Camonica, per la produzione del quale A2A ha proposto di utilizzare l’energia prodotta nel termovalorizzatore di Brescia. Ma sul tema, ha aggiunto l’AD, bisognerà decidere se realizzare un elettrolizzatore o trasportare l’energia a Iseo, punto di rifornimento del sistema. “I costi potrebbero essere ridotti eliminando gli oneri di sistema. Se l’iniziativa decollasse”, ha dichiarato, “ne potrebbero beneficiare anche molte aziende siderurgiche del territorio bresciano”.

Per maggiori informazioni:
https://www.affaritaliani.it/notiziario/energia_mazzoncini_a2a_idrogeno_sara_in_mix_futuro_per_decarbonizzazione-193376.html?refresh_cens

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

two × three =